Al Game Fair il visitatore diventa il vero Protagonista

Il Game Fair è il più grande evento outdoor italiano, giunto al suo 31° appuntamento, presenterà un ricco palinsesto di eventi, con l’inserimento di nuovi settori rivolti a valorizzare le discipline all’aria aperta, a promuovere uno stile di vita sano e immerso nella natura, offrendo alle migliaia di appassionati tre giorni fra tradizione venatoria, tiro sportivo, equitazione e cinofilia.
Non basterà una giornata intera per poter visitare, sperimentare, seguire tutto quello che succederà nel Game Fair 2023. Oltre 100 espositori, 12 aree interattive, 8 linee di tiro, 6 aree spettacoli, oltre 10 punti di ristoro, sono questi alcuni dati che danno la dimensione di un appuntamento che permetterà di passare una giornata intera ed anche oltre nella manifestazione.
Poter provare è la caratteristica che rende unica questa manifestazione, il visitatore potrà diventare il vero protagonista della fiera cimentandosi nelle numerose discipline presenti che difficilmente trova altrove.
Proviamo ora ad immergerci nel mondo dell’interattività del Game Fair descrivendo alcune delle più curiose discipline presenti.
Avete mai provato ad intagliare un ciocchetto di legno per realizzare un cucchiaio? una ciotola? una forchetta o una spatola? Oppure una lancia o un picchetto? Presso l’area workshop della Wolvesoutdooracademy, il Bushcraft Camp, seguiti dagli istruttori, si potrà imparare tutto questo utilizzando coltelli speciali Morakniv svedesi.
Il survival secondo la via di Otzi e tecnologie litiche primitive saranno presenti presso l’area della Wolvesoutdooracademy. Le loro proposte vi apriranno il mondo delle tecnologie primitive come la scheggiatura della selce, il flintknapping, stile Otzi, la produzione di colle, la realizzazione di una freccia, le tecniche di accensione del fuoco con metodi primitivi.

La scuola Nazionale di Formazione Survival, bushcraft & Outdoor, sarà presente al Game Fair con un’area dedicata per poter far vivere al pubblico l’esperienza diretta della “sopravvivenza”.
Il Bushcraft experience, è l’arte del muoversi nella natura selvaggia anche dotati solo di un coltello e riuscire a fare e produrre tutto ciò di cui abbiamo bisogno e grazie ai tecnici della scuola, i visitatori potranno imparare e capire come muoversi in tranquillità nella natura selvaggia, con la consapevolezza di portarsi tutta la preparazione tecnica e mentale per affrontare difficoltà o semplicemente per godersi gli ambienti naturali.
Al Game Fair verrà realizzato un vero e proprio Campo Base con tende native americane, coloniali e d’emergenza con paracadute dove i visitatori potranno conoscere e sperimentare diverse attività legate alla sopravvivenza in condizioni estreme.
Nella patria della Maremma, dove il cavallo è imperante, non poteva mancare un’area nella quale esperti mastri sellai, faranno vedere i processi costruttivi e di lavorazione delle produzione di selle. Un affascinante mondo artigianale dai più quotati sellai italiani. Durante tutta la giornata si potrà assistere alle lavorazioni, avere informazioni e osservare gli oggetti e le attrezzature di questo magico mondo.
Sempre legata alla tradizione equestre sarà presente al Game Fair l’arte della Mascalcia, uno dei mestieri più antichi da riscoprire, da valorizzare e da raccontare alle nuove generazioni. C’era una volta il maniscalco, quello che tutti conoscono attraverso i film del vecchio West che con la sua arte,
armato di incudine e martello da un semplice ferro, realizzerà al Game Fair armature per gli zoccoli dei cavalli.
Questi sono solo alcuni esempi, diventa difficile se non impossibile parlare nei dettagli di tutte le attività presenti. Il 31° Game Fair che quest’anno si svolgerà contemporaneamente alla 43° edizione della Fiera del Madonnino, partirà dai dati della scorsa edizione, dove nei tre giorni fieristici si sono susseguiti 280 eventi, sono stati impegnati negli spettacoli 75 cavalli e 60 cani, sono stati 20 i grandi volatili che hanno volteggiato nel cielo del centro fiere del Madonnino, 3.167 le serie sparate sulle magnifiche 9 linee open, per un totale di 38.000 tiri, saranno confermati i 4 poligoni no fire distribuiti su 5 aree interattive.
Gli ingredienti per una grande fiera ci sono tutti e non deluderà i numerosi visitatori che ogni anno raggiungono la Maremma da tutto il territorio nazionale un appuntamento da non perdere nei giorni 23,24,25 aprile 2023, presso il Centro Fiere del Madonnino a Grosseto.

CENTRO FIERE

Le ultime notizie da Grossetofiere

Emozioni in movimento: sta per tornare Grosseto Motor Village!

Dopo il successo della passata edizione nei giorni 12 e 13 ottobre 2024 nel Centro Fiere grossetano, torna l’evento interamente dedicata al mondo dei motori Grosseto Motor Village. Tanti saranno i temi trattati tutti di grande attrazione dalle esposizioni statiche

Presentazione del Biodistretto della Maremma Toscana

Siamo lieti di annunciare che il prossimo Giovedì 25 aprile 2024, all’interno della prestigiosa cornice della 44° Fiera del Madonnino, la principale manifestazione agricola della Toscana, si terrà un evento imperdibil. L’appuntamento è per le 15:30 presso la Sala Conferenze

Tutte le news